03.11.2020   |   Someren   |   Paesi Bassi

Movimentazione senza limiti

Isola stazionaria CNC HOMAG con alimentazione robotizzata: lavorazione flessibile per intagli decorativi o ritagli

"Il nuovo CENTATEQ con alimentazione robotizzata ha sostituito una macchina HOMAG da caricare manualmente. Vogliamo aumentare la capacità di produzione e abbiamo scelto questa soluzione".

Toon Snoeijen, responsabile tecnico di progetto presso il produttore di porte olandese BERKVENS TUR SYSTEMS BV

Un articolo della rivista dedicata alle porte 2020. Ulteriori informazioni sono disponibili qui.

Il pensiero razionale e pratico potrebbe essere "Le porte collegano o separano gli spazi".  In realtà, si tratta di molto di più, perché quasi niente è fortemente influenzato dalla personalità individuale più delle proprie quattro mura. HOMAG ha progettato un'isola di lavorazione che completa un impianto classico per la produzione di battenti ed è particolarmente convincente in termini di flessibilità. Da 6 mesi il produttore olandese BERKVENS TUR SYSTEMS BV utilizza con successo l'impianto e produce porte ancora più personalizzate, contribuendo così in modo determinante alla progettazione degli interni.   

Le proprie quattro mura sono la cosa più importante per i tedeschi. Questo è ciò che emerge continuamente dalle indagini e dalle statistiche, le quali rimandano i beni strumentali classici, come auto o apparecchiature elettriche/di intrattenimento, ad altri posti in classifica. Il motivo è semplice. Nelle nostre abitazioni troviamo tranquillità e benessere, ci rivitalizziamo. Alla personalizzazione, in termini di arredamento e design, non vengono posti limiti al fine di creare il clima adatto per il proprio benessere.

La progettazione delle stanze non riguarda solo i mobili o i colori delle pareti. Il concetto generale deve essere coerente e a tal proposito anche il design delle porte delle camere svolge un ruolo fondamentale. Le porte sono un arricchimento per il comfort, la funzionalità e l'atmosfera degli ambienti. Hanno superfici, bordi, ritagli o fresature differenti, affinché siano in grado di adattarsi perfettamente al gusto personale e agli interni.

Lavorazione CNC automatizzata su 2 tavoli di lavorazione

Per tener conto della personalizzazione e consentire comunque una produzione industriale, HOMAG ha sviluppato, come complemento alla lavorazione di produzione delle porte, un'isola stazionaria CNC per la finalizzazione di battenti, il cui cuore è CENTATEQ P-500 che viene caricato automaticamente da un robot che si sposta a sua volta sull'asse X, Y.
L'isola si collega direttamente alla classica linea continua e offre una lavorazione completa del battente, ad esempio per ferramenta, ritagli o intagli decorativi.  

Il ciclo di produzione può essere rappresentato come segue. I battenti prefabbricati vengono inseriti nella macchina tramite un trasportatore a rulli. Qui formano una catasta di pezzi grezzi che serve al robot come punto di partenza per il caricamento di CENTATEQ. Nella fase successiva, è possibile ruotare il singolo battente su un tavolo di allineamento per essere portato nella posizione corretta e contemporaneamente identificato tramite uno scanner di codici a barre. Il codice a barre fornisce al centro di lavorazione CNC informazioni relative alle caratteristiche della porta e alle lavorazioni da eseguire. Le fresature effettive della porta costituiscono il componente principale della produzione. La porta viene realizzata e lavorata secondo le specifiche del codice a barre.
Grazie alla lavorazione automatizzata, i nuovi battenti vengono posizionati in contemporanea sulla stazione di allineamento mediante il robot, il quale smaltisce i pezzi residui, e un nuovo battente viene posizionato sull'altro lato del tavolo di lavorazione di CENTATEQ. Nella fase finale, i battenti lavorati vengono scaricati dal robot sulla catasta dei pezzi finiti. Tutte le operazioni di carico e movimentazione possono essere effettuate indipendentemente l'una dall'altra. È possibile far funzionare la macchina nell'esercizio a pendolo completo senza tempi di attesa.

Produzione efficiente senza tempi di fermo né perdita di tempo

Il caricamento dell'isola mediante il robot è la chiave per un ciclo di produzione privo di interruzioni e tempi di fermo. Analogamente alla lavorazione di una porta su CENTATEQ P-500, vengono eseguite le fasi di finitura e preparazione con il supporto robot. Durante il "picking dei pezzi residui", i pannelli fresati del ritaglio vengono prelevati e smaltiti dal robot. Questa operazione risulta più efficiente e rapida rispetto alla frantumazione dei pezzi, ad esempio. La porta già lavorata viene prelevata dal tavolo di produzione e depositata sulla catasta dei pezzi finiti. In seguito, la porta successiva può essere spostata direttamente nella posizione appropriata tramite il tavolo di allineamento, per poi essere portata al centro di lavorazione CNC, il quale dopo la lavorazione dell'attuale porta è perfettamente pronto per quella successiva. I codici a barre presenti sui lati soglia, che forniscono informazioni sulle proprietà e sulle lavorazioni da configurare, consentono al robot anche una selezione individuale al termine della produzione. In questo modo, partendo da una catasta di pezzi grezzi e con l'aggiunta di pannelli di protezione, è possibile formare più cataste di pezzi finiti che dividono le porte, ad esempio, 20 pezzi vengono divisi in cataste con 2 x 5 e 1 x 10 pezzi. Il robot si sposta sugli assi X e Y per garantire la massima flessibilità, raggiungere tutte le stazioni funzionali, come la stazione di allineamento o la cassa scarti, e riuscire a caricare con efficienza. La movimentazione automatica e completamente automatizzata dei pezzi non garantisce soltanto una produzione efficiente, ma anche una qualità costante, una riproducibilità totale e una riduzione degli scarti.

Configurazione a prestazioni elevate per la lavorazione rapida delle porte

Non solo il caricamento è stato adattato in modo ottimale alle esigenze della lavorazione delle porte, ma la selezione dell'utensile e la configurazione del mandrino non sono in alcun modo inferiori. HOMAG utilizza una testa a cinque assi DRIVE5C+ con supporto a rulli incrociati precaricato e mandrino con ritorno encoder. Il mandrino è caratterizzato da una potenza elevata e stabile su tutta la gamma del numero di giri e da un'elevata precisione del movimento. Il mandrino portafresa ad alto rendimento da 28 kW ha la possibilità di ruotare fino a 30.000 giri/min. Ciò è sinonimo di prestazioni elevate, grande asportazione e lavorazione efficiente con utensili di piccole dimensioni. Il mandrino ha inoltre un asse C ad alte prestazioni con elevata dinamica. Il che è particolarmente importante per le lavorazioni con raggi o angoli stretti, in cui l'asse C si trova a dover traslare. Entrambi i mandrini dispongono di un sensore per il controllo del carico con un software di visualizzazione e una cappa di aspirazione continua, comandata da un programma.
Ciascun mandrino dispone di un proprio dispositivo mobile di cambio utensili a 10 posizioni, in modo che un mandrino possa sempre lavorare, mentre l'altro effettua il cambio per la lavorazione del pezzo successivo. L'intero impianto è dotato di una memoria utensili centrale a 18 posizioni sottostante, con possibilità di accesso per entrambi i mandrini.
Le corse di spostamento e le specifiche per la fresatura o la foratura vengono fornite alla macchina dal project manager HOMAG, che riproduce i moduli per la programmazione nel comando. I programmi vengono uniti automaticamente mediante la descrizione delle dimensioni, della versione di strisce o ritagli. Ma sono possibili anche adattamenti individuali e spontanei. In questo modo si possono calcolare i contorni delle porte mediante un tastatore di misurazione per rilevare i bordi di riferimento. La compensazione nel programma avviene in automatico, fino alla correzione della posizione di un programma.

Aumenta il desiderio di personalizzazione da parte dei clienti e del mercato nell'ambito della lavorazione di ritagli per pannelli o vetri e delle lavorazioni di intagli decorativi o applicazioni. I costruttori di porte devono affrontare una sfida per far fronte a questa situazione. Insieme al robot, CENTATEQ P-500 presenta una produzione efficiente nella lavorazione delle porte. I processi automatizzati e la movimentazione dei pezzi completamente automatizzata garantiscono un'esecuzione efficiente ed efficace.

 

Toon Snoeijen, responsabile tecnico di progetto presso il produttore di porte olandese BERKVENS TUR SYSTEMS BV, illustra le sue esperienze dopo i primi 6 mesi di utilizzo di CENTATEQ di HOMAG.

1. Perché BERKVENS ha scelto una soluzione di questo tipo?
"Il nuovo CENTATEQ con alimentazione robotizzata ha sostituito una macchina HOMAG da caricare manualmente. Vogliamo aumentare la capacità di produzione e abbiamo scelto questa soluzione".

2. Cos'è stato importante per voi nella fase di progettazione?
"L'impianto doveva soddisfare i nostri requisiti in termini di capacità e prestazione. Inoltre, sul posto eravamo limitati dal punto di vista di spazio, pertanto quest'isola era della misura perfetta per la lavorazione finale delle porte". 

3. Qual è la vostra conclusione dopo sei mesi di produzione? I requisiti della macchina definiti in precedenza sono stati soddisfatti e in che modo influiscono sulla produzione?
"Sì, l'impianto è stato fornito in base alle nostre richieste e alle nostre esigenze. Siamo diventati più flessibili grazie all'isola di lavorazione autonoma e ottimizzeremo ulteriormente le nostre operazioni".

4. La macchina può anche produrre autonomamente, senza personale?
"Le nostre esigenze di produzione sono state pienamente prese in considerazione nell'elaborazione dell'impianto; abbiamo, quindi, la possibilità di produrre in autonomia, impiegando un numero ridotto di personale". 

5. Quanto siete soddisfatti del software e del comando dell'impianto?
"Nella fase preparatoria avevamo un pacchetto di richieste che durante lo sviluppo concettuale con HOMAG siamo stati in grado di integrare nel software e nel comando esistenti. Posso affermare che siamo molto soddisfatti anche del comando dell'impianto".  

Ritorna all'elenco

Avete delle domande?
Siamo qui per voi!

Stiles Machinery Inc.

+1 616 698 75 00 info@stilesmachinery.com www.stilesmachinery.com Modulo di contatto