30.04.2018   |   Italia

Subissati aumenta la propria capacità produttiva

Per rendere la produzione flessibile e all'avanguardia, l'azienda ha optato per l'acquisto di un impianto WEINMANN compatto.

„Tra tutti i produttori WEINMANN ha la filosofia più convincente. La lunga esperienza dell'azienda e la modularità delle macchine sono per noi ideali. Siamo molto soddisfatti di lavorare con WEINMANN e della nostra partnership.”

Paolo Subissati, direttore amministrativo

Articolo della rivista Holzzentralblatt, Nr. 17/ 27.04.2018 Leggi l'articolo completo qui.

Subissati, azienda con sede a Ostra Vetere, è stata fondata nel 1963 e attualmente ha circa 50 dipendenti. L'amministratore dell'azienda è Paolo Subissati. Ogni anno, Subissati produce circa 100 strutture con intelaiatura in legno e in CLT. Parliamo ad esempio di case prefabbricate o edifici pubblici come scuole. La maggior parte degli edifici prefabbricati viene consegnata nelle Marche, in Toscana e in Emilia Romagna. La sede dell'azienda di 40.000 m² include due padiglioni e l'edificio dell'amministrazione. In uno dei padiglioni, viene effettuata la verniciatura, nel secondo si trova la carpenteria. Il legno grezzo per la costruzione dell'intelaiatura in legno viene impregnato in un'autoclave con sali ecologici. Tutte le case sono costruite individualmente in base alle esigenze dei clienti. Per il 90% si tratta di costruzioni con intelaiatura in legno, il rimanente 10% è costituito da strutture in CLT.

Già nel 2012, Subissati ha automatizzato la propria produzione investendo in tecnologia. Per rendere la produzione flessibile e all'avanguardia, l'azienda ha optato per l'acquisto di un impianto WEINMANN compatto (costituito da un ponte multifunzione WALLTEQ M-380 (ex WMS 150) e da un ribaltatore a farfalla), di un tavolo di carico, di un carrello elevatore e di uno di distribuzione.

Tutti gli elementi delle pareti vengono prodotti appunto con l'impianto compatto. Per ridurre i tempi di lavoro, la costruzione a traverse avviene già sul tavolo di carico, per poi essere trasferita al tavolo di lavoro successivo dove viene chiuso il primo lato dell'elemento. Il rivestimento viene fissato con il ponte multifunzione a controllo numerico. A seconda del tipo di parete, un ulteriore rivestimento interno viene posizionato sul pannello OSB. In questa posizione, vengono prodotte le cavità per i cavi elettrici e i tubi. Infine, l'elemento viene ribaltato. L'intero processo di ribaltamento avviene con entrambi i tavoli di montaggio regolabili. Dopo il ribaltamento, vengono inserite nell'elemento tutte le installazioni, compreso l'isolamento; il secondo lato dell'elemento viene quindi chiuso con un altro pannello OSB. Da ultimo, sul lato esterno viene inserito il pannello portaintonaco, anch'esso fissato e lavorato in modo completamente automatico con il WALLTEQ M-380.

Una volta chiuso su entrambi i lati, l'elemento viene trasferito in posizione orizzontale sul carrello elevatore e sul carrello di distribuzione, con cui viene montato, per poi essere trasportato nel successivo magazzino pareti. Qui, se necessario, vengono montate le finestre e gli elementi vengono preparati per il trasporto.

Una particolarità dell'impianto è che è costruito in modo che vi vengano lavorati tutti gli elementi CLT. A questo fine, il tavolo di montaggio è dotato di cosiddette piastre di usura sollevabili. Se è necessario lavorarli, gli elementi CLT vengono posizionati su queste piastre. Pertanto, il ponte multifunzione è in grado di eseguire qualsiasi lavorazione (sezionatura, fresatura o perforazione) in modo completamente automatico.

In questo modo Subissati si affida a un elevato livello di pre-produzione. Gli elementi vengono consegnati completamente finiti nello stabilimento di produzione e devono essere ancora montati in loco. Soltanto gli elementi del tetto e quelli del soffitto vengono finalizzati nello stabilimento di produzione.

Dal 2012, con questo impianto di produzione Subissati ha già prodotto circa 500 case e 30 scuole prefabbricate. Paolo Subissati prevede una crescita del settore della costruzione in legno in Italia e ritiene positivo un suo ulteriore sviluppo. Di recente ha quindi deciso di aumentare la capacità produttiva e il livello di pre-produzione dell'azienda. Anche in vista di questo ulteriore ampliamento, Subissati si affiderà alla tecnologia WEINMANN. Paolo Subissati: "Tra tutti i produttori WEINMANN ha la filosofia più convincente. La lunga esperienza dell'azienda e la modularità delle macchine sono per noi ideali. Siamo molto soddisfatti di lavorare con WEINMANN e della nostra partnership".

L'impianto esistente verrà ampliato con altri due tavoli di lavoro e un ponte multifunzione supplementare, anch'esso un WALLTEQ M-380. Grazie a questo ampliamento, i lati interni verranno lavorati indipendentemente da quelli esterni. Ovvero, i lati interni verranno lavorati con il vecchi impianto, quelli esterni, invece, verranno finalizzati con il nuovo impianto. Con questa notevole capacità supplementare, i tempi di produzione complessivi risultano ridotti. Subissati sarà in grado di produrre in futuro fino a 200 case all'anno.

 

Fonte immagine: Subissati

Ritorna all'elenco