|   Lichtenberg   |  Germania

Automazione: mobili realizzati in piena autonomia da una cella

Chi realizza mobili su commissione deve ogni volta prelevare manualmente i tagli, collocarli sulle macchine, recuperarli nuovamente, cambiarne la disposizione e riconteggiarli per verificare che l’ordine sia completo. Alexander Runge di HOMAG propone soluzioni per l'automazione.

Apparso sulla rivista di settore DDS nel numero 05/2017. Qui potete trovare l'articolo su DDS-Online.

Tempi di esecuzione brevi, scorte ridotte e flessibilità nella produzione sono, insieme alla riduzione dei costi, fattori determinanti per il successo nella realizzazione di mobili, indipendentemente dalle dimensioni dell'azienda. Questi obiettivi determinano cambiamenti nei procedimenti e nella filosofia lavorativa tanto per le falegnamerie quanto per le imprese industriali. Giocano un ruolo importante l’ottimizzazione dei flussi di dati e di materiali e l’interconnessione dei macchinari e degli impianti. L’utilizzo ottimale dei macchinari è oggi il fulcro della programmazione della produzione. Software intelligenti di ultima generazione gestiscono la comunicazione tra macchine e celle di lavorazione. Inoltre oggigiorno vengono utilizzate di frequente automazioni come sistemi di carico e scarico, applicazioni Pick & Place e sistemi automatici per il magazzino e gli ordini.

Risultato: efficienza e produttività si moltiplicano. La precisione e l'accuratezza di ripetibilità migliorano grazie all'alta disponibilità e all’affidabilità. E la gestione completamente automatizzata del materiale riduce i costi. Le soluzioni per l'automazione offrono:

  • Precisione e accuratezza di ripetibilità elevate
  • Impiego più efficiente del personale
  • Ergonomia e riduzione dell’impegno fisico
  • Collocazioni sempre corrette
  • Giacenze ridotte e tempi di esecuzione brevi

Cella di taglio e stoccaggio: il sezionamento dei pannelli è la prima fase del ciclo produttivo dei mobili ed è considerato oggi più che mai un fattore chiave per l'efficienza. Le combinazioni lama-magazzino apportano immediatamente un contributo notevole, rispondendo tanto alle esigenze logistiche dell'azienda artigiana, che magari dispone di un magazzino delle dimensioni di un doppio garage, quanto a quelle del mobilificio industriale che utilizza a pieno la capacità di un magazzino orizzontale. 

Tiene sempre impegnata la lama

Il magazzino orizzontale movimenta i pannelli in entrata e in uscita dal deposito, li immagazzina oppure li dirige verso il macchinario annesso. Le sezionatrici di pannelli possono facilmente essere integrate attraverso interfacce standard. Inoltre i magazzini orizzontali strutturano i procedimenti e consentono la connessione di diversi sistemi di trasporto e, per mezzo di questi, di ulteriori macchinari, nonché il ritorno dei ritagli verso il magazzino. In breve: il magazzino organizza la logistica in modo che le macchine possano lavorare in condizioni ottimali. Un flusso continuo di materiali previene i tempi morti. Un sistema di stoccaggio offre vantaggi competitivi. In primo luogo risparmio di tempo, maggiore trasparenza e pieno controllo dei costi. Inoltre garantisce un quadro completo dei materiali, gestisce i residui e struttura i procedimenti. Gli obiettivi sono sempre gli stessi: un miglior flusso dei materiali, giacenze trasparenti e la capacità massima per le macchine connesse. Nella scelta del sistema di stoccaggio le esigenze peculiari della singola azienda sono determinanti. Fattori che incidono sono il volume di materiale da lavorare, il tipo di materiale, il suo peso oppure la superficie disponibile nel luogo di installazione. In base a tali criteri è possibile una configurazione personalizzata dei sistemi di stoccaggio.

Il trasporto di ritorno dei pezzi: la combinazione con il ritorno pezzi consente una maggiore efficienza e un impiego ottimale anche di una bordatrice piccola ed economica. È così sufficiente un solo operatore per completare la lavorazione dei pezzi. Il flusso dei pezzi è ottimizzato e i comandi gestibili da un unico operatore consentono una gestione più efficiente e flessibile del personale. Il processo produttivo ne risulta più snello ed efficiente. La scelta dell'automazione nella lavorazione dei bordi non è funzione delle dimensioni dell'azienda, bensì presupposto per incrementare la redditività. A chi è utile quindi un sistema di ritorno? Risposta: a chiunque utilizzi una bordatrice.

Cella di foratura-smistamento-montaggio: i robot sono in grado di immagazzinare, separare e smistare. Incrementano la capacità e il rendimento, assicurano la qualità e migliorano le condizioni di lavoro. Oggi questi fattori sono decisivi, poiché tutti hanno bisogno di smistare i pezzi. Una cella robotizzata provvede automaticamente allo smistamento e alimenta le bordatrici rispettando una sequenza ottimale. La cella può altresì essere impiegata come deposito centrale dal quale i pezzi possono essere diretti verso le singole macchine.

Completezza garantita

Soprattutto nella produzione del singolo formato 1 si riscontrano vantaggi determinanti: l’utente infatti dispone, con un solo robot, dell'accesso diretto e interamente automatico a ogni pezzo. Le celle di smistamento robotizzate dispongono di una capacità di diverse centinaia di compartimenti. Il robot è in grado di accedere rapidamente in ogni momento a qualsiasi compartimento. Ovvero: con una cella di smistamento è possibile in ogni momento creare qualsivoglia sequenza a partire da un flusso arbitrario di pezzi. La completezza è altresì garantita.

L'autore Alexander Runge idea e realizza per HOMAG progetti di impianti. Offre consulenze ai clienti industriali di tutto il mondo – gli elementi cardine delle sue competenze sono le tecniche di imballaggio e l'assemblaggio dei mobili.

Ritorna all'elenco

Avete delle domande?
Siamo qui per voi!

Stiles Machinery, Inc.

+1 616 698 75 00 info[at]stilesmachinery.com Modulo di contatto